«

»

(VIDEO) ESCLUSIVA: Allegri parla di mercato. Douglas Costa è un obiettivo! Schick, N’Zonzi, Bernardesci e De Sciglio…

«Dopo Cardiff ho pensato di fermarmi, ma poi ho deciso di continuare». La rivelazione è di Massimiliano Allegri. L’allenatore della Juventus ha ricordato, ai microfoni di Sky Sport 24, la finale di Champions persa contro il Real Madrid. «Mi sono guardato dentro per capire se potevo ripartire nel migliori dei modi in vista di un anno ancora più difficile dove, dopo aver vinto tre scudetti, tre Coppe Italia e aver giocato due finali di Champions, rischi di fare il patatrac. Ma ho deciso velocemente, ho parlato con la società e c’erano tutti i presupposti e la voglia di fare un’altra grande annata». A cominciare dal mercato e da tutti i nomi che agitano l’agenda di Marotta e Paratici. «Douglas Costa? È uno degli obiettivi, è un giocatore molto bravo – ha continuato Allegri -. Bernardeschi è un ragazzo di prospettiva per la Nazionale, Schick non è ancora arrivato ma fa cose non normali mentre N’Zonzi non è una mia richiesta. Io parlo con la società, cerchiamo di prendere i migliori. De Sciglio? In difesa siamo a posto. Dobbiamo cercare di dare continuità al 4-2-3-1. Numericamente la rosa, a parte quelli davanti, è al completo. Poi bisogna sostituire quelli che andranno via. Ma la società è molto brava in questo».

NESSUN DRAMMA - «Champions? Quest’anno sarà più difficile, ci saranno le cinque squadre inglesi che saranno molto competitive». Sulla finale di Cardiff ha fatto i complimenti al Real: «Abbiamo ben giocato il primo tempo, ma loro hanno vinto meritatamente. Dobbiamo ripartire senza fare drammi anche se capisco l’amarezza di aver perso una partita così importante. Una finale non può cancellare un’annata straordinaria dove Napoli Roma hanno fatto il record di punti nella loro storia».

COLLEGHI - «L’obiettivo primario resta lo scudetto e migliorare la qualità del gioco, avere più padronanza del gioco nelle partite più importanti e contro le grandi squadre». Non solo in Europa ma anche in campionato. «Tutte vorranno batterci e dovremo avere grandi stimoli per non farci battere. L’Inter era già competitiva l’anno scorso e Spalletti è un allenatore importante, sarà un valore aggiunto. Oggi Juve e Napoli sono un filino avanti le altre ma l’Inter tornerà a lottare per lo scudetto così come il Milan, che sta facendo grandissime cose, e la Roma, che confermerà la rosa dello scorso anno».

FEDELE ALLA JUVE - «Non ho mai parlato né preso impegni con nessuno, ero talmente immerso negli obiettivi da raggiungere che ho pensato solo alla Juve».

L’ULTIMO ANNO DI GIGI - «È molto bravo e intelligente e avrà un futuro importante, deve decidere cosa fare ma ora conta che faccia il portiere come ha fatto finora, e cioè nel migliore dei modi. È ancora il numero 1 al mondo e lo dimostrerà anche nella prossima stagione, preparandosi al meglio per il Mondiale».

 Fonte:TuttoSport.com

SEGUITECI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL

1 comment

  1. Dario Bernardini

    Allegri una volta di più ha dimostrato di essere un “grande”rendendo pubblico il suo stato d’animo subito dopo la sconfitta subita a Cardiff ad opera della squadra più forte in circolazione.Gli ha detto male,perchè aveva impostato la partita nel modo migliore possibile,forse Cuadrado andava messo dall’inizio,ma si sarebbe precluso un eventuale arma a gioco lungo.Nei primi 15 minuti la Juve ha attaccato il Real mettendolo in difficoltà,e la differenza è stata che il tiro di Pjanic non ha preso alcun giro strano ne tanto meno è stato deviato da un difensore avversario,mentre il tiro di Casemiro,abbiamo visto tutti come è finioto.Max ha sperato che la squadra andassse in vantaggio x potersela giocare difendendo e giocando di rimessa,sapendo perfettamente che nel secondo tempo avrebbero avuto un sensibile calo dovuto alla (cottura)iniziata nella gara con l’Atalanta e proseguita fino all’ultima di campionato.Non gli è andata bene anche x la scarsa serata di vena di Dybala,ingabbiato intelligentemente da Zidane e di Higuain,irriconoscibili.Fermo restando che i valori tra le due squadre sono non dico abissali,ma quasi.Grazie ugualmente all’allenatore augurandogli di poterci riprovare a Kiev.

Lascia un Commento

© 2016 Tutti i diritti sono riservati — Contact: Juventus Club Doc Mussomeli — Updated: 8 agosto 2020 — Total visits: 270,733 — Last 24 hours: 29 — On-line: 0
%d bloggers like this: