«

»

L’ignoranza di chi critica Marotta e Super Mario! (VIDEO) Allegri sul neo acquisto Mandzukic!

L’ignoranza di Super Mario e dei critici sotto l’ombrellone

Ci siamo indeboliti, la società sta smantellando“, “Mandzukic al posto di Tevez non può esistere“, “A cosa ci serve un altro lungagnone statico, abbiamo già Llorente“, fino ad arrivare a “18 milioni per un brocco, Marotta non capisce niente“. Sono questi i commenti medi degli ultimi giorni da parte dei sedicenti tifosi bianconeri e dei presunti conoscitori di calcio che, da sotto l’ombrellone, hanno già iniziato a criticare il nuovo attaccante della Juventus prima ancora del suo sbarco a Torino.

Difficile giustificare tali affermazioni, soprattutto da parte dei tifosi della Juve, i quali dovrebbero aver visto Mandzukic in campo almeno 4 volte nelle ultime tre stagioni: nella doppia sfida dei quarti di finale di Champions League del 2013 contro il Bayern Monaco e nelle gare di andata e ritorno contro l’Atletico Madrid nella fase a gironi della Champions League conclusasi pochi giorni fa.

In particolare nella doppia sfida contro il Bayern, la prestazione di Super Mario saltò all’occhio più di quelle dei funamboli Ribery e Robben: Heynckes lo piazzò in marcatura su Pirlo in fase di non possesso, mentre quando i tedeschi si attaccavano il croato si piazzava al centro dell’attacco, col compito di tenere alta la squadra e infastidire la retroguardia bianconera col suo lavoro di gomiti e tanta sana “ignoranza“. Risultato? Mozart annullato quasi completamente, Bonucci e Chiellini spesso in tilt nel contrastare Mandzukic quando riceveva palla spalle alla porta (e non stiamo parlando di due marcatori leggeri), gol che sancisce la definitiva qualificazione dei bavaresi nella gara di ritorno.

Dato che stiamo parlando di un attaccante, è doveroso citare i numeri di Mandzukic nelle ultime stagioni: considerando tutte le competizioni disputate, il centravanti croato non è mai sceso sotto i 20 gol nelle ultime 3 stagioni. 22 reti in 40 partite nella stagione 2012/13 col Bayern, 26 gol in 48 gare nel 2013/14 sempre coi tedeschi, 20 gol in 43 uscite nell’ultima annata con l’Atletico Madrid, numeri che gli valgono una media realizzativa di circa un gol ogni due partite.

E il prezzo? Difficile trovare da ridire a riguardo, Marotta e Paratici hanno compiuto un vero e proprio capolavoro. Facciamo un passo indietro: la Juve era già interessata a Mandzukic quando il croato giocava nel Wolfsburg, prima che il Bayern Monaco lo acquistasse dal club della Volkswagen per 13 milioni di euro. Ora, con tre stagioni in più sulle spalle che gli hanno conferito una dimensione internazionale importante, la Juve lo pagherà appena 15 milioni di euro più 3 di eventuali bonus. Un colpo da maestro, considerando i 22 milioni versati dall’Atletico al Bayern giusto un’estate fa.

Chiudiamo provando a smentire chi lo considera inadatto a essere “l’erede di Tevez“. Conoscendo anche solo superficialmente il giocatore, è davvero difficile considerarlo il successore tecnico di Carlitos, dato che ha doti diametralmente opposte a quelle dell’Apache e diverse anche da quelle di Llorente, anche se i due difficilmente potrebbero coesistere. Sostituire un giocatore con la sua copia è concettualmente sbagliato, oltre che impossibile; cercare di sopperire alla perdita di esperienza e classe dovuta all’addio di Carlitos con gli acquisti di Mandzukic e Dybala, invece, è una mossa intelligente e lungimirante.

Mettetevi in fila già da ora: quando Super Mario iniziera a segnare e spazzare via gli avversari, i posti sul carro saranno già quasi tutti assegnati.

fonte: canalejuve.it


Nuovo Ciclo Al Max L’intervista Esclusiva A Max Allegri

Posted by Superfly Videomaker on Venerdì 19 giugno 2015

Lascia un Commento

© 2016 Tutti i diritti sono riservati — Contact: Juventus Club Doc Mussomeli — Updated: 24 dicembre 2020 — Total visits: 272,390 — Last 24 hours: 4 — On-line: 0
%d bloggers like this: